News

nuova gallery
30 maggio 2021 | Udine | Teatro Palamostre | Roberto Gatto: Progressivamente

ROBERTO GATTO batteria JOHN DE LEO voce MARCELLO ALLULLI sax ALESSANDRO PRESTI tromba ALESSANDRO GWIS piano tastiere ANDREA MOLINARI chitarra PIERPAOLO RANIERI basso

tutte le immagini nella gallery


Un progetto che Roberto Gatto ha custodito gelosamente per anni tra i suoi sogni nel cassetto, più precisamente, in quello delle sfide… Cresciuto a pane e Jazz ma allo stesso tempo appassionato di Progressive «è grazie ad alcuni gruppi come i Soft Machine, Nucleus, Matching Mole – afferma il batterista romano, tra i fondatori dei mitici Lingomania  – che ho imparato a conoscere meglio il jazz Afro-Americano. In quegli anni ho avuto la fortuna di ascoltare dal vivo praticamente tutti i migliori rappresentanti di quella “nuova” musica che arrivava dall’Inghilterra: Genesis, Van der Graaf Generator, Emerson Lake & Palmer, King Crimson, Curved Air, Jethro Tull, Yes…» Ed è così che, dopo un’accurata scelta dei brani e un attento lavoro di arrangiamento, giunge il momento di scegliere i musicisti che, nell’idea di Gatto, avessero vissuto quel momento musicale in quegli anni ma anche giovani risorse, in grado di portare un punto di vista e una chiave di lettura differenti, tra i quali il cantante e sperimentatore vocale John De Leo. Il repertorio scelto comprende brani noti ed altri meno, tratti da dischi dei King Crimson, Genesis, Matching Mole, Robert Wyatt, Pink Floyd, una composizione originale e un momento di improvvisazione, nel tentativo di attualizzare in forma contemporanea un affascinante e complesso patrimonio musicale ricco di spunti e molteplici sfumature, attraverso le diverse personalità dei musicisti coinvolti.
ufficio stampa Euritmica